Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

classic Classic list List threaded Threaded
22 messages Options
12
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Cristian Consonni
Ciao a tutti,

rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi; con il
supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione alla
redazione di TerlizziViva.

Per ora non ci hanno pubblicato (e probabilmente non lo faranno, dato
che non l'hanno fatto subito).

Ma ci sembrava giusto farlo.

Ciao,

C


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: maurizio codogno - Wikimedia Italia <[hidden email]>
Date: 12 febbraio 2014 15:25
Oggetto: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap
A: Redazione TerlizziViva <[hidden email]>
Cc: Direttivo Wikimedia Italia <[hidden email]>



Gentile redazione,

sono il portavoce dell'Associazione Wikimedia Italia, un'Associazione
di Promozione Sociale che opera per divulgare la conoscenza libera.
Generalmente siamo noti per promuovere Wikipedia, ma i nostri scopi
sono più ampi: tra l'altro, abbiamo iniziato l'iter per diventare il
capitolo italiano della OpenStreetMap Foundation, e vi contatto
proprio in questa veste, per aggiungere alcune informazioni a quanto
scritto nei vostri articoli "Le mappe della discordia"
(http://www.terlizziviva.net/archivio-news/41-societa/2704-le-mappe-della-discordia)
e "La mappa della discordia: la replica dell'azienda"
(http://www.terlizziviva.net/archivio-news/41-societa/2707-la-mappa-della-discordia-la-replica-dellazienda).

Leggendo la risposta dell'azienda, la mia sensazione è che essa non
abbia ben chiaro il significato in campo legale delle sue
affermazioni. Essa infatti afferma che «La Realizzazione della mappa è
frutto di un lavoro che nulla a che vedere con un copia-incolla,
poiché la stessa è il risultato di immagini libere senza il diritto di
copyright, modificate completamente e aggiornate a tal punto da
renderle un aspetto esclusivo e originale sia nella toponomastica che
nella leggenda, rispondendo alle esigenze per cui veniva sposato
questo progetto.». Osservando la mappa prodotta dall'azienda a
http://i.imgur.com/TZYTzGN.jpg e la mappa di OpenStreetMap a
http://www.openstreetmap.org/relation/41082/history#map=16/41.1288/16.5474
risultano evidenti agli occhi di chiunque le indubbie similarità che
fanno pensare che l'azienda sia partita per la sua elaborazione dal
quest'ultima mappa. La mappa di OpenStreetMap non è affatto nel
pubblico dominio ma presenta un'esplicita didascalia di copyright (i
termini di copyright completi sono consultabili qui:
http://www.openstreetmap.org/copyright/it).

La licenza delle mappe di OpenStreetMap, infatti, è la Open Data
Commons Open Database License (ODbL), una licenza che consente a
chiunque il diritto di utilizzare i dati presenti in OpenStreetMap, e
di modificarli come ritiene più opportuno, mentre la cartografia,
ovvero le tavole delle mappe, e la documentazione del progetto sono
rilasciati con una licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi
allo stesso modo 2.0 (CC-BY-SA). In pratica non ci sono limitazioni
per un uso anche commerciale, quindi non c'è nulla di male nell'avere
avuto un guadagno in quel progetto; però è necessario che chi crea
opere derivate (come appunto la mappa di Terlizzi) citi la fonte
originale (in questo caso OpenStreetMap e i suoi contributori, con
l'indicazione di un link al sito http://openstreetmap.org) e rilasci
il proprio lavoro con la stessa licenza. In pratica, il copyright su
quelle mappe esiste eccome, e quindi - non avendolo indicato -
l'azienda ha violato il copyright né più né meno che se avesse usato
mappe con "tutti i diritti riservati": come anche è stato violato il
copyright di Wikipedia, dato che il testo che accompagna la cartina
presenta più di una vaga somiglianza con quello della sezione
"Economia" della voce di Terlizzi: quest'ultima versione è presente
nell'enciclopedia online già dal 2007! Anche Wikipedia permette il
riuso del materiale con una licenza Creative Commons Attribuzione -
Condividi allo stesso modo 3.0 (CC-BY-SA); ma anche in questo caso
occorreva una citazione del copyright, citazione che manca anch'essa.

Leggendo i commenti sul sito TerlizziViva, ho visto un commento
dall'utente "azienda curatrice mappa" che ammette la paternità OSM
della mappa, anche se non di Wikipedia per il testo. Partendo dal
presupposto che chi abbia scritto quel commento sia effettivamente
l'azienda che ha creato la mappa, apprezzo la tardiva ammissione;
resta comunque il problema delle mappe stampate in violazione di
copyright.

Resto a disposizione per eventuali ulteriori richieste di informazione!

Cordialmente, Maurizio Codogno

Ulteriori informazioni

OpenStreetMap Foundation

http://www.osmfoundation.org/‎

Wikimedia Italia

http://www.wikimedia.it/index.php/10_cose_da_sapere
________________________________

Associazione Wikimedia Italia, corrispondente italiana ufficiale di
Wikimedia Foundation, Inc, è un'associazione senza fini di lucro che
opera per la diffusione della conoscenza libera.

Contatti

Wikimedia Italia

Presidente: Frieda Brioschi · [hidden email] · +39 328 0731320
Portavoce: Maurizio Codogno · [hidden email] Attenzione:
Wikimedia Italia non ha infatti alcun controllo sull'enciclopedia
libera o sulla mappa di OpenStreetMap.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
per me è molto chiara come spiegazione, ben fatto.
valuta anche, se non dovessero pubblicare la tua lettera, di inserirla negli articoli da te linkati come commenti.
molto diplomatica la scelta di dare per scontata l'ignoranza dell'azienda per quanto concerne il copyright (che loro invece utilizzano); anche se dai toni adottati dalla stessa nella sua risposta e dalle falsità raccontate ( "immagini libere senza il diritto di copyright, modificate completamente e aggiornate a tal punto da renderle un aspetto esclusivo e originale sia nella toponomastica che nella leggenda"...è palese un copia-incolla con l'aggiunta di alcuni marker sulla mappa quindi chi ha risposto dovrebbe anche essere ignorante su cosa (non) ha fatto l'azienda sulla mappa ed il testo....molto irrealistico) sembra un tipico caso di  una piccola ditta, che ha appena ricevuto parecchi soldi pubblici per un lavoro di dieci minuti di copia-incolla, beccata con le mani nel sacco.
penso abbiano cercato di liquidare la faccenda anche perchè adesso quello che è stato "prodotto" da loro è ufficiale non essere di loro proprietà, ma peggio è una Cc-BY-SA e quindi se il comune dovesse decidere di stampare altre copie potrebbe farlo senza rivolgersi più a loro e dovergli alcunchè.
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Francesco Pelullo
In reply to this post by Cristian Consonni


Il 13/feb/2014 22:09 "Cristian Consonni" <[hidden email]> ha scritto:
>
>
> Per ora non ci hanno pubblicato (e probabilmente non lo faranno, dato
> che non l'hanno fatto subito).
>

BTW anche il mio commento è stato censurato, dopo essere apparso ieri sera.

Morale:
1. Violano sistematicamente i copyright di tutto quello che trovano in giro, basta una googlata e diventa "loro";

2. Si accaniscono se qualcuno obietta loro qualcosa, con un tono machistico che ha del mafioso.

3. .... lasciamo stare.

Io sarei per un'azione legale della OSMF nei confronti del Comune.

Quantomeno, lo stesso Comune NON può autorizzare la diffusione di un prodotto illegale. In un Paese più civile mi sarei aspettato che la cartina fosse ritirata.

Ah, già... Questo non è un Paese civile.

Diamogli addosso con la gogna mediatica.

Ciao
/niubii/


_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
Francesco Pelullo wrote

Io sarei per un'azione legale della OSMF nei confronti del Comune.

Quantomeno, lo stesso Comune NON può autorizzare la diffusione di un
prodotto illegale. In un Paese più civile mi sarei aspettato che la cartina
fosse ritirata.

Ah, già... Questo non è un Paese civile.

Diamogli addosso con la gogna mediatica.

Ciao
/niubii/
sono d'accordo, ma c'è anche una strada alternativa che potrebbe far felici tutti o quasi, e cioè integrare le cartine con un foglietto o un annotazione su cui sono esplicitate provenienza e licenza di cartina e testo.
così il comune non perde tempo (magari gli servono subito per necessità turistiche) noi abbiamo il nostro riconoscimento, la ditta non deve ristampare migliaia di cartine (teoricamente a proprie spese) e l'ambiente si risparmia alberi abbattuti e kg e kg di carta da riciclare. ;)
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Stefano Droghetti
In reply to this post by Cristian Consonni
Il 13/02/2014 22:08, Cristian Consonni ha scritto:
> Ciao a tutti,
>
> rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi; con il
> supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione alla
> redazione di TerlizziViva.
>

Nei commenti, 4 giorni fa, lo ammettono (sempre se sono loro davvero):

=========================================

--- azienda curatrice mappa ---

Da un'analisi più approfondita , si ritiene che effettivamente la
paternità della
mappa appartiene ai contributori del progetto Open Street Map , pertanto
chiediamo scusa per non aver verificato i termini di licenza e omesso la
dicitura OSM sulla cartina. Il tutto frutto di una svista che ci ha
indotto a
proseguire consapevoli di non violare "in buona fede" nessun diritto
di copyright.

=========================================

Io a questo punto una visitina al Comune di Terlizzi con in mano un paio
di fogli stampati con queste affermazioni lo farei. Giusto per togliermi
la soddisfazione.
Chiederei i danni: il Comune poi li chiede alla fantomatica azienda. I
soldi del risarcimento, che potrà decidere anche un giudice di pace al
limite, andranno alle fondazioni Wiki e OSM.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Fabrizio Tambussa
In reply to this post by Cristian Consonni
Simone Cortesi ed io abbiamo avuto un scambio di tweet col sindaco della cittadina in oggetto.
Il climax si e' raggiunto quando egli ha twittato "La giustizia non si attiva certo a mezzo social!"
A cui ho risposto: "La giustizia non si attiva certo a mezzo social! Ma la perdita di credibilità sì."
In realta' volevo scrivere "cattiva pubblicità" ma poi mi sono tenuto.
L'account twitter del sindaco e' @NinniGemmato ma dopo lo scambio di battute, ha blindato l'account.
Saluti a tutti
Fabrizio



Il giorno 13 febbraio 2014 22:08, Cristian Consonni <[hidden email]> ha scritto:
Ciao a tutti,

rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi; con il
supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione alla
redazione di TerlizziViva.

Per ora non ci hanno pubblicato (e probabilmente non lo faranno, dato
che non l'hanno fatto subito).

Ma ci sembrava giusto farlo.

Ciao,

C


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: maurizio codogno - Wikimedia Italia <[hidden email]>
Date: 12 febbraio 2014 15:25
Oggetto: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap
A: Redazione TerlizziViva <[hidden email]>
Cc: Direttivo Wikimedia Italia <[hidden email]>



Gentile redazione,

sono il portavoce dell'Associazione Wikimedia Italia, un'Associazione
di Promozione Sociale che opera per divulgare la conoscenza libera.
Generalmente siamo noti per promuovere Wikipedia, ma i nostri scopi
sono più ampi: tra l'altro, abbiamo iniziato l'iter per diventare il
capitolo italiano della OpenStreetMap Foundation, e vi contatto
proprio in questa veste, per aggiungere alcune informazioni a quanto
scritto nei vostri articoli "Le mappe della discordia"
(http://www.terlizziviva.net/archivio-news/41-societa/2704-le-mappe-della-discordia)
e "La mappa della discordia: la replica dell'azienda"
(http://www.terlizziviva.net/archivio-news/41-societa/2707-la-mappa-della-discordia-la-replica-dellazienda).

Leggendo la risposta dell'azienda, la mia sensazione è che essa non
abbia ben chiaro il significato in campo legale delle sue
affermazioni. Essa infatti afferma che «La Realizzazione della mappa è
frutto di un lavoro che nulla a che vedere con un copia-incolla,
poiché la stessa è il risultato di immagini libere senza il diritto di
copyright, modificate completamente e aggiornate a tal punto da
renderle un aspetto esclusivo e originale sia nella toponomastica che
nella leggenda, rispondendo alle esigenze per cui veniva sposato
questo progetto.». Osservando la mappa prodotta dall'azienda a
http://i.imgur.com/TZYTzGN.jpg e la mappa di OpenStreetMap a
http://www.openstreetmap.org/relation/41082/history#map=16/41.1288/16.5474
risultano evidenti agli occhi di chiunque le indubbie similarità che
fanno pensare che l'azienda sia partita per la sua elaborazione dal
quest'ultima mappa. La mappa di OpenStreetMap non è affatto nel
pubblico dominio ma presenta un'esplicita didascalia di copyright (i
termini di copyright completi sono consultabili qui:
http://www.openstreetmap.org/copyright/it).

La licenza delle mappe di OpenStreetMap, infatti, è la Open Data
Commons Open Database License (ODbL), una licenza che consente a
chiunque il diritto di utilizzare i dati presenti in OpenStreetMap, e
di modificarli come ritiene più opportuno, mentre la cartografia,
ovvero le tavole delle mappe, e la documentazione del progetto sono
rilasciati con una licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi
allo stesso modo 2.0 (CC-BY-SA). In pratica non ci sono limitazioni
per un uso anche commerciale, quindi non c'è nulla di male nell'avere
avuto un guadagno in quel progetto; però è necessario che chi crea
opere derivate (come appunto la mappa di Terlizzi) citi la fonte
originale (in questo caso OpenStreetMap e i suoi contributori, con
l'indicazione di un link al sito http://openstreetmap.org) e rilasci
il proprio lavoro con la stessa licenza. In pratica, il copyright su
quelle mappe esiste eccome, e quindi - non avendolo indicato -
l'azienda ha violato il copyright né più né meno che se avesse usato
mappe con "tutti i diritti riservati": come anche è stato violato il
copyright di Wikipedia, dato che il testo che accompagna la cartina
presenta più di una vaga somiglianza con quello della sezione
"Economia" della voce di Terlizzi: quest'ultima versione è presente
nell'enciclopedia online già dal 2007! Anche Wikipedia permette il
riuso del materiale con una licenza Creative Commons Attribuzione -
Condividi allo stesso modo 3.0 (CC-BY-SA); ma anche in questo caso
occorreva una citazione del copyright, citazione che manca anch'essa.

Leggendo i commenti sul sito TerlizziViva, ho visto un commento
dall'utente "azienda curatrice mappa" che ammette la paternità OSM
della mappa, anche se non di Wikipedia per il testo. Partendo dal
presupposto che chi abbia scritto quel commento sia effettivamente
l'azienda che ha creato la mappa, apprezzo la tardiva ammissione;
resta comunque il problema delle mappe stampate in violazione di
copyright.

Resto a disposizione per eventuali ulteriori richieste di informazione!

Cordialmente, Maurizio Codogno

Ulteriori informazioni

OpenStreetMap Foundation

http://www.osmfoundation.org/

Wikimedia Italia

http://www.wikimedia.it/index.php/10_cose_da_sapere
________________________________

Associazione Wikimedia Italia, corrispondente italiana ufficiale di
Wikimedia Foundation, Inc, è un'associazione senza fini di lucro che
opera per la diffusione della conoscenza libera.

Contatti

Wikimedia Italia

Presidente: Frieda Brioschi · [hidden email] · <a href="tel:%2B39%20328%200731320" value="+393280731320">+39 328 0731320
Portavoce: Maurizio Codogno · [hidden email] Attenzione:
Wikimedia Italia non ha infatti alcun controllo sull'enciclopedia
libera o sulla mappa di OpenStreetMap.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it


_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Francesco Piero Paolicelli
In reply to this post by Stefano Droghetti
Sono d'accordo

Inviato da iPhone

> Il giorno 14/feb/2014, alle ore 09:02, Stefano Droghetti <[hidden email]> ha scritto:
>
> Il 13/02/2014 22:08, Cristian Consonni ha scritto:
>> Ciao a tutti,
>>
>> rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi; con il
>> supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione alla
>> redazione di TerlizziViva.
>
> Nei commenti, 4 giorni fa, lo ammettono (sempre se sono loro davvero):
>
> =========================================
>
> --- azienda curatrice mappa ---
>
> Da un'analisi più approfondita , si ritiene che effettivamente la paternità della
> mappa appartiene ai contributori del progetto Open Street Map , pertanto
> chiediamo scusa per non aver verificato i termini di licenza e omesso la
> dicitura OSM sulla cartina. Il tutto frutto di una svista che ci ha indotto a
> proseguire consapevoli di non violare "in buona fede" nessun diritto
> di copyright.
>
> =========================================
>
> Io a questo punto una visitina al Comune di Terlizzi con in mano un paio di fogli stampati con queste affermazioni lo farei. Giusto per togliermi la soddisfazione.
> Chiederei i danni: il Comune poi li chiede alla fantomatica azienda. I soldi del risarcimento, che potrà decidere anche un giudice di pace al limite, andranno alle fondazioni Wiki e OSM.
>
> _______________________________________________
> Talk-it mailing list
> [hidden email]
> https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Francesca Valentina
In reply to this post by Aury88

La spiegazione é ottima, talmente chiara che secondo me, potrebbe essere quasi il testo ufficiale ( con qualche aggiuntina) sulla violazione delle licenze di osm.
Se non la pubblica il giornale di Terlizzi perché non provare con un giornale piú grosso della provincia o della Regione Puglia?

Francesca

Il 14/feb/2014 08:59 "Aury88" <[hidden email]> ha scritto:
Francesco Pelullo wrote
>
> Io sarei per un'azione legale della OSMF nei confronti del Comune.
>
> Quantomeno, lo stesso Comune NON può autorizzare la diffusione di un
> prodotto illegale. In un Paese più civile mi sarei aspettato che la
> cartina
> fosse ritirata.
>
> Ah, già... Questo non è un Paese civile.
>
> Diamogli addosso con la gogna mediatica.
>
> Ciao
> /niubii/

sono d'accordo, ma c'è anche una strada alternativa che potrebbe far felici
tutti o quasi, e cioè integrare le cartine con un foglietto o un annotazione
su cui sono esplicitate provenienza e licenza di cartina e testo.
così il comune non perde tempo (magari gli servono subito per necessità
turistiche) noi abbiamo il nostro riconoscimento, la ditta non deve
ristampare migliaia di cartine (teoricamente a proprie spese) e l'ambiente
si risparmia alberi abbattuti e kg e kg di carta da riciclare. ;)




-----
Ciao,
Aury
--
View this message in context: http://gis.19327.n5.nabble.com/Fwd-Direttivo-Terlizzi-e-OpenStreetMap-tp5796299p5796319.html
Sent from the Italy General mailing list archive at Nabble.com.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
+1000 e ci aggiungerei la risposta del sindaco sulla questione che "la giunta non si attiva a mezzo social".
non tanto per una questione di pubblicità negativa, ma perchè chiunque se sa di un violazione della legge (perchè ci si scorda di dire che i copyright sono protetti dalla legge e quindi la loro violazione è una violazione della legge) e non si fa niente per impedirlo se se ne ha potere (come in questo caso), ci si rende complici della violazione e quindi corresponsabili.
il sindaco se sa che questa ditta non sta rispettando una legge dovrebbe intervenire subito a livello giuridico e/o amministrativo...non può far finta di niente.
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Francesca Valentina
In reply to this post by Francesco Piero Paolicelli
Comunque il sindaco di Terlizzi ha anche una paginetta facebook che lui o il suo staff ama aggiornare. Possiamo far pressione anche là :) https://www.facebook.com/ninni.gemmato?fref=ts

Francesca


Il giorno 14 febbraio 2014 09:08, Francesco Piero Paolicelli <[hidden email]> ha scritto:
Sono d'accordo

Inviato da iPhone

> Il giorno 14/feb/2014, alle ore 09:02, Stefano Droghetti <[hidden email]> ha scritto:
>
> Il 13/02/2014 22:08, Cristian Consonni ha scritto:
>> Ciao a tutti,
>>
>> rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi; con il
>> supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione alla
>> redazione di TerlizziViva.
>
> Nei commenti, 4 giorni fa, lo ammettono (sempre se sono loro davvero):
>
> =========================================
>
> --- azienda curatrice mappa ---
>
> Da un'analisi più approfondita , si ritiene che effettivamente la paternità della
> mappa appartiene ai contributori del progetto Open Street Map , pertanto
> chiediamo scusa per non aver verificato i termini di licenza e omesso la
> dicitura OSM sulla cartina. Il tutto frutto di una svista che ci ha indotto a
> proseguire consapevoli di non violare "in buona fede" nessun diritto
> di copyright.
>
> =========================================
>
> Io a questo punto una visitina al Comune di Terlizzi con in mano un paio di fogli stampati con queste affermazioni lo farei. Giusto per togliermi la soddisfazione.
> Chiederei i danni: il Comune poi li chiede alla fantomatica azienda. I soldi del risarcimento, che potrà decidere anche un giudice di pace al limite, andranno alle fondazioni Wiki e OSM.
>
> _______________________________________________
> Talk-it mailing list
> [hidden email]
> https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it


_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
In reply to this post by Francesca Valentina
direi che come spiegazione potrebbe andare benissimo per l'introduzione (il summary) del documento che state scrivendo online...che ne pensi?
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Bertalan Iván
Ciao listaroli,

Mi sembra che una richiesta di retifica/replica sia sempre stata concessa a tutti, per cui se questo non avenisse quanto prima sentite al telefono il direttore responsabile della testata.
Se il giornale non consentisse la pubblicazione basta inviare la stessa lettera per mezzo di un legale con ovviamente il rincaro della dose di colpa. Comunque nel secondo paragrafo avrei evitato di esprimere opinioni e mi sarei attenuto ai fatti.

Ciao, Berti

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Michael Moroni
In reply to this post by Francesca Valentina
Il 14/02/2014 09:44 Francesca Valentina ha scritto:

> Comunque il sindaco di Terlizzi ha anche una paginetta facebook che
> lui o il suo staff ama aggiornare. Possiamo far pressione anche là :)
> https://www.facebook.com/ninni.gemmato?fref=ts [2]
>
> Francesca
>
> Il giorno 14 febbraio 2014 09:08, Francesco Piero Paolicelli
> <[hidden email]> ha scritto:
>
>> Sono d'accordo
>>
>> Inviato da iPhone
>>
>>> Il giorno 14/feb/2014, alle ore 09:02, Stefano Droghetti
>> <[hidden email]> ha scritto:
>>
>>>
>>> Il 13/02/2014 22:08, Cristian Consonni ha scritto:
>>>> Ciao a tutti,
>>>>
>>>> rispetto alla questione della licenza delle mappe di Terlizzi;
>> con il
>>>> supporto di Simone abbiamo inviato ieri questa comunicazione
>> alla
>>>> redazione di TerlizziViva.
>>>
>>> Nei commenti, 4 giorni fa, lo ammettono (sempre se sono loro
>> davvero):
>>>
>>> =========================================
>>>
>>> --- azienda curatrice mappa ---
>>>
>>> Da un'analisi più approfondita , si ritiene che effettivamente
>> la paternità della
>>> mappa appartiene ai contributori del progetto Open Street Map ,
>> pertanto
>>> chiediamo scusa per non aver verificato i termini di licenza e
>> omesso la
>>> dicitura OSM sulla cartina. Il tutto frutto di una svista che ci
>> ha indotto a
>>> proseguire consapevoli di non violare "in buona fede" nessun
>> diritto
>>> di copyright.
>>>
>>> =========================================
>>>
>>> Io a questo punto una visitina al Comune di Terlizzi con in mano
>> un paio di fogli stampati con queste affermazioni lo farei. Giusto
>> per togliermi la soddisfazione.
>>> Chiederei i danni: il Comune poi li chiede alla fantomatica
>> azienda. I soldi del risarcimento, che potrà decidere anche un
>> giudice di pace al limite, andranno alle fondazioni Wiki e OSM.
>>>

Io farei anche un giro tra le opposizioni:
in politica queste cose sono manna scesa dal cielo.
- MM

--
Michael Moroni
+393313151159
https://diasp.eu/u/airon90

Pensa all'ambiente: non stampare questa mail se non necessario!
Pripensu al medio: ne presu ĉi tiun retmesaĝon se nenecese!

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
+10000000000.
dobbiamo fare un po di lobbying a favore di osm.
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
In reply to this post by Francesca Valentina
allora bisogna preparare subito una lettera aperta da mettere come Commento su facebook in cui si contesta l'operato del comune e sopratutto la risposta del sindaco in merito alla grave violazione. qualcuno si può occupare di questo?
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

girarsi_liste
-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA256

Il 15/02/2014 11:51, Aury88 ha scritto:
> allora bisogna preparare subito una lettera aperta da mettere come
> Commento su facebook in cui si contesta l'operato del comune e
> sopratutto la risposta del sindaco in merito alla grave violazione.
> qualcuno si può occupare di questo?
>

Io direi a tutti di stare calmi, stiamo parlando di cose legali, se ci
muoviamo tutti a casaccio e con fini, seppur di buone intenzioni, che
sembrano a favore di OSM, ci ritroviamo tutto contro e l'avvocato poi
lavora male, perchè, detto nel mio dialetto "el gà da sugarse le
peze", che tradotto letteralmente è " ha da asciugarsi le pezze",
tanto per dire che dovrà fare doppio lavoro per niente con conseguente
ricarico economico per wikimedia, seppur poi vincesse (obbligo del
forse!).

Quindi lasciamo che le cose facciano il loro corso, la pazienza è in
questo momento utile e dovrebbe essere voluta, i bambini lasciamoli
giocare all'asilo.

Poi con dei termini ben precisi si agirà, la cosa comunque ha preso
corso giuridico, quindi vediamo di spendere le energie a mappare,
lasciare il lavoro a chi lo deve fare, ovviamente informandoci degli
eventi di questo caso, questo sì, mentre noi pensiamo a trovare
soluzioni per comunicazioni a priori, vale a dire mettere tutti in
condizioni di essere informati su vasta scala e diffondere le
problematiche a riguardo anche la licenza, visto questo caso, direi di
ignoranza voluta.

Spero di non aver esagerato nel richiamare l'ordine........ :)

- --
Simone Girardelli
-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1

iF4EAREIAAYFAlL/UTsACgkQoVS0hKoD3POXvAD/b6nSXCMISdU46q4gVVIybZBC
vVyLGi/AxuUD/D6Cor8BAJuzI55MT2uKOpMS5Ptobn3gOKvTP3qlYrKx5I7L0XAs
=F0oH
-----END PGP SIGNATURE-----

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
girarsi_liste wrote
Io direi a tutti di stare calmi, stiamo parlando di cose legali
no, al momento stiamo parlando solo di un commento (lettera aperta) su facebook in una pagina pubblica.
 se ci
muoviamo tutti a casaccio e con fini, seppur di buone intenzioni, che
sembrano a favore di OSM, ci ritroviamo tutto contro e l'avvocato poi
lavora male
quale avvocato? e comunque sia non ho chiesto di inondare la pagina facebook di messaggi a random, ma ad uno di scrivere una lettera aperta per tutta la community, al fine di "informare" tramite i canali pubblici, aperti dal sindaco, cosa è successo e cosa pensiamo...né più né meno di quello che stiamo facendo con il testo sulla spiegazione della licenza...solo con un destinatario un po' differente.

Quindi lasciamo che le cose facciano il loro corso, la pazienza è in
questo momento utile e dovrebbe essere voluta, i bambini lasciamoli
giocare all'asilo.
 non so a cosa ti stia riferendo.io non sto giocando e non penso ci voglia il parere legale per chiede ad un sindaco su una pagina facebook pubblica una risposta (che è liberissimo anche di non dare).
Poi con dei termini ben precisi si agirà, la cosa comunque ha preso
corso giuridico
dove, quando, chi? io non ne so niente
quindi vediamo di spendere le energie a mappare
questo immagino lo facciamo già un po' tutti a prescindere da questa piccola vicenda, come facciamo tranquillamente decine di altre cose nella stessa giornata. se permetti ognuno spende il proprio tempo come e dove lo ritiene personalmente più utile
 
lasciare il lavoro a chi lo deve fare
ripeto la domanda: chi lo sta facendo? dove si è data comunicazione di ciò?
mentre noi pensiamo a trovare
soluzioni per comunicazioni a priori, vale a dire mettere tutti in
condizioni di essere informati su vasta scala e diffondere le
problematiche a riguardo anche la licenza, visto questo caso, direi di
ignoranza voluta.
 ed hai centrato la faccenda: la comunicazione sulle licenze è ormai chiara come è ormai chiaro che ci troviamo di fronte a "ignoranza voluta"...non saprei come rendere più evidente la licenza...forse l'unico passo ancora disponibile è un bel segnale lampeggiante in centro mappa che copra 3/5 dello schermo con su scritta la licenza e che renda inutilizzabile la mappa stessa...tutte le iniziative che stiamo portando avanti servono solo per quelli realmente ignoranti sulla licenza (e le copisterie non lo sono perchè sulle queste lavorano ogni giorno). quindi per i piccoli utenti, di fatto, ormai l'unica strada è solo quella di riproporre più volte e in più luoghi il testo  della licenza  rendendolo allo stesso tempo più comprensibile (ma probabilmente anche meno rigoroso) ...ma i casi come quelli indicati in questa discussione continuerebbero ad esserci perchè i furbetti continueranno a compiere azioni illecite dietro la scusa dell'ignoranza e forti della  lentezza e, probabilmente, debolezza nell'agire insita nella natura delle community .

qui si sta facendo semplicemente pressing che è una cosa nettamente differente dall'agire per vie legali e non ha alcun costo.
 si fa pressing informando una rivista locale dell'accaduto, si fa pressing commentando la risposta dell'azienda colpevole (una risposta piena di falsità, insinuazione e addirittura minacce), si fa pressing scrivendo al sindaco tweetandogli o scrivendogli sulla pagina facebook pubblica e quindi sui cui automaticamente diventa un nostro diritto informare, chiedere e rispondere...si fa pressing anche solo mettendo i like su facebook (è per questo che i sindaci creano pagine su facebook...avere più visibilità, e sfruttare l'appoggio della popolazione, i like, alle proprie proposte come leva per farle approvare in altra sede...uno strumento quindi, di cui però, per sua natura, c'è la contropartita dei pareri contrari o delle richieste di chiarimenti  ) o sui commenti a favore del progetto. di fatto il fare pressing è anche uno degli strumenti  se non il principale per "mettere tutti in condizioni di essere informati su vasta scala"

Cordiali saluti,
aury



Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

girarsi_liste
-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA256

Il 15/02/2014 13:39, Aury88 ha scritto:

> ripeto la domanda: chi lo sta facendo? dove si è data
> comunicazione di ciò?
>


Wikimedia Italia, con la lettera, in rappresentanza di openstretmap,
ha preso posizione ufficiale, di conseguenza, se il comune , o sindaco
che dir si voglia, continua ad impuntarsi, si và per vie giudiziarie,
ma il fatto di aver preso posizione ufficiale, è già di per sè una
iniziativa di tipo legale.
- --
Simone Girardelli
-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1

iF4EAREIAAYFAlL/ZOcACgkQoVS0hKoD3PPBrAEAl8WRHk3qNntbbNePPiNZwXWY
PBlcq0p/FZi+2N/SNpEA/3RSwl+/oPJz6Y7FX1jkpRDfCmCbQg5bageoBx8GzZuH
=sKYA
-----END PGP SIGNATURE-----

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

Aury88
ok, se lo dici tu mi fido.ma a me sembra che l'azione della wikimedia Italia si sia già scontrata con la mancata pubblicazione della lettera aperta sul giornale online TerlizziViva e con la blindatura dell'account tweeter da parte del sindaco alla richiesta di chiarimenti.
Si è già intervenuti in altre sedi (come appunto la pagina facebook) o si è in attesa?  in questo caso, dal punto di vista giuridico,  non credo si ci sia spinti abbastanza in la o si sia fatto capire cosa realmente comporti il coinvolgimento della wikimedia Italia con la sua lettera ed il tweet se al sindaco è bastato liquidare e bloccare il tutto con una semplice alzata di spalle.
Eviterei a questo punto la pubblicazione di una lettera da parte di altri su facebook solo per non far esacerbare gli animi, portando ad un ulteriore chiusura e quindi prolungamento dei tempi di un eventuale accordo tra le parti, piuttosto che per reali necessità giuridiche...
ma io credo che questo sindaco non risponderà alla wikimedia Italia perchè crede sia ancora un azione portata avanti da volontari e quindi da gente senza l'organizzazione e  gli strumenti giuridici per far causa a qualcuno, sopratutto un istituzione pubblica...e se poi basta bloccare i loro commenti per farli stare zitti non ci perde neanche di immagine visto che nessuno dei concittadini (elettori) verrebbe a sapere della faccenda.
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: [Direttivo] Terlizzi e OpenStreetMap

girarsi_liste
-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA256

Il 15/02/2014 15:02, Aury88 ha scritto:

> ok, se lo dici tu mi fido.ma a me sembra che l'azione della
> wikimedia Italia si sia già scontrata con la mancata pubblicazione
> della lettera aperta sul giornale online TerlizziViva e con la
> blindatura dell'account tweeter da parte del sindaco alla richiesta
> di chiarimenti. Si è già intervenuti in altre sedi (come appunto la
> pagina facebook) o si è in attesa?  in questo caso, dal punto di
> vista giuridico,  non credo si ci sia spinti abbastanza in la o si
> sia fatto capire cosa realmente comporti il coinvolgimento della
> wikimedia Italia con la sua lettera ed il tweet se al sindaco è
> bastato liquidare e bloccare il tutto con una semplice alzata di
> spalle. Eviterei a questo punto la pubblicazione di una lettera da
> parte di altri su facebook solo per non far esacerbare gli animi,
> portando ad un ulteriore chiusura e quindi prolungamento dei tempi
> di un eventuale accordo tra le parti, piuttosto che per reali
> necessità giuridiche... ma io credo che questo sindaco non
> risponderà alla wikimedia Italia perchè crede sia ancora un azione
> portata avanti da volontari e quindi da gente senza
> l'organizzazione e  gli strumenti giuridici per far causa a
> qualcuno, sopratutto un istituzione pubblica...e se poi basta
> bloccare i loro commenti per farli stare zitti non ci perde neanche
> di immagine visto che nessuno dei concittadini (elettori) verrebbe
> a sapere della faccenda.

Boh! a me facebook dice tutto e niente, comunque, credo che sia bene
aspettare altri interventi, magari ho esagerato io nel pormi, oppure
ho una veduta poco ampia della cosa, ma credo che tre o quattro giorni
siano il minimo per decidere poi come proseguire.

Quanto ai concittadini, non farei di tutta un'erba un fascio, ci sarà
anche chi sà e tace, cosiccome ci sarà quelo che invece parlerà,
magari tardi ma parlerà...........se è dell'opposizione meglio! :D


- --
Simone Girardelli
-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1

iF4EAREIAAYFAlL/nuUACgkQoVS0hKoD3POpCAEAq2lYilej0Lgndn+WvsRY62GU
nAzBlODSKBbWpdp1X4sA/Rfaw0EhuaoRVMXRFOpbd/+4awaJSU8Ra1h6B1SGJAwC
=Cun1
-----END PGP SIGNATURE-----

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
12