Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

classic Classic list List threaded Threaded
9 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

dieterdreist
Nella Wochennotiz 443 ho trovato una esempio reale, come tutti possono guadagnare quando OSM è un database a parte e indipendente da dati ufficiali. L'ordinance survey, l'agenzia di mappatura ufficiale inglese, ha confermato in un tweet che stanno utilizzando i dati OSM per verificare i propri dati:


Ciao,
Martin

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

stefano campus
mi sembra un ottimo metodo per "superare" la viralità della licenza osm.

s.



--
Sent from: http://gis.19327.n8.nabble.com/Italy-General-f5324174.html

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

dieterdreist


sent from a phone

> On 22. Jan 2019, at 12:40, stefano campus <[hidden email]> wrote:
>
> mi sembra un ottimo metodo per "superare" la viralità della licenza osm.


se veramente vanno a fare rilievi dove riscontrano differenze, non c’è niente di male nella procedura.

Ciao, Martin
_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Alessandro Palmas
Il 23/01/19 01:53, Martin Koppenhoefer ha scritto:
> On 22. Jan 2019, at 12:40, stefano campus <[hidden email]> wrote:
>> mi sembra un ottimo metodo per "superare" la viralità della licenza osm.
>
> se veramente vanno a fare rilievi dove riscontrano differenze, non c’è niente di male nella procedura.
>


E' esattamente quello che facemmo nel 2016 con Regione Liguria, il cui
risultato venne esposto a OSMit2016.
Ma si sà che quello che avviene all'estero è sempre più bello di quello
che si fa in casa nostra.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Sergio Farruggia
Ti riferisci a questo
https://geoportal.regione.liguria.it/progetti/altri-progetti/dizionario-tag-openstreetmap-codici-db-topografico.html 
?
Usi il passato perché la collaborazione non ha più avuto seguito?
Regione Liguria continua a usare  i dati OSM per verificare propri dati?
Altre Regioni?
Grazie

-----Messaggio originale-----
From: Alessandro Palmas
Sent: Wednesday, January 23, 2019 9:56 AM
To: [hidden email]
Subject: Re: [Talk-it] Perché si guadagna di più non importando cecamente i
dati ufficiali

Il 23/01/19 01:53, Martin Koppenhoefer ha scritto:
> On 22. Jan 2019, at 12:40, stefano campus <[hidden email]> wrote:
>> mi sembra un ottimo metodo per "superare" la viralità della licenza osm.
>
> se veramente vanno a fare rilievi dove riscontrano differenze, non c’è
> niente di male nella procedura.
>


E' esattamente quello che facemmo nel 2016 con Regione Liguria, il cui
risultato venne esposto a OSMit2016.
Ma si sà che quello che avviene all'estero è sempre più bello di quello
che si fa in casa nostra.

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it 


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com


_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Alessandro Palmas
Il 24/01/19 02:16, Sergio Farruggia ha scritto:
> Ti riferisci a questo
> https://geoportal.regione.liguria.it/progetti/altri-progetti/dizionario-tag-openstreetmap-codici-db-topografico.html 
> ?
> Usi il passato perché la collaborazione non ha più avuto seguito?
> Regione Liguria continua a usare  i dati OSM per verificare propri
> dati? Altre Regioni?
> Grazie


Buongiorno Sergio,
l'attività era legata a quella da te indicata. Per l'aggiornamento della
Provincia della Spezia estraemmo il grafo stradale, dividendo viabilità
principale e secondaria, e con Roberto R. soprapponemmo su Geomedia i
grafi OSM e RL per ottenere quella che loro chiamavano una carta
semaforica: nelle zone con discrepanze non conosciute (in alcune si era
a conoscenza di urbanizzazioni o modifiche) si concentravano le
verifiche sul posto.
In questo modo, visto che i verificatori per ragioni di costi possono
coprire solo una piccola percentuale del territorio, si aumentavano le
probabilità di un aggiornamento.

La collaborazione è andata scemando perchè Anna C. (al tempo la
responsabile) non mostrò interesse e anche Francesca C. (project manager
del progetto open maps) fu spostata su altri progetti.
Non penso che proseguano nel fare quei confronti, ma non è detto; le
conoscenze le hanno, magari anche solo a livello informale continuano a
farlo.

Di altre regioni non ho la sicurezza. Senz'altro il Comune di Milano lo fa.

Alessandro

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Aury88
Alessandro Palmas wrote

> Il 24/01/19 02:16, Sergio Farruggia ha scritto:
>> Ti riferisci a questo
>> https://geoportal.regione.liguria.it/progetti/altri-progetti/dizionario-tag-openstreetmap-codici-db-topografico.html 
>> ?
>> Usi il passato perché la collaborazione non ha più avuto seguito?
>> Regione Liguria continua a usare  i dati OSM per verificare propri
>> dati? Altre Regioni?
>> Grazie
>
>
> Buongiorno Sergio,
> l'attività era legata a quella da te indicata. Per l'aggiornamento della
> Provincia della Spezia estraemmo il grafo stradale, dividendo viabilità
> principale e secondaria, e con Roberto R. soprapponemmo su Geomedia i
> grafi OSM e RL per ottenere quella che loro chiamavano una carta
> semaforica: nelle zone con discrepanze non conosciute (in alcune si era
> a conoscenza di urbanizzazioni o modifiche) si concentravano le
> verifiche sul posto.
> In questo modo, visto che i verificatori per ragioni di costi possono
> coprire solo una piccola percentuale del territorio, si aumentavano le
> probabilità di un aggiornamento.
>
> La collaborazione è andata scemando perchè Anna C. (al tempo la
> responsabile) non mostrò interesse e anche Francesca C. (project manager
> del progetto open maps) fu spostata su altri progetti.
> Non penso che proseguano nel fare quei confronti, ma non è detto; le
> conoscenze le hanno, magari anche solo a livello informale continuano a
> farlo.
>
> Di altre regioni non ho la sicurezza. Senz'altro il Comune di Milano lo
> fa.
>
> Alessandro
>
> _______________________________________________
> Talk-it mailing list

> Talk-it@

> https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it

immagino che il problema della scarsità di risorse sia tutt'oggi attuale di
conseguenza o non fanno verifiche in continuo ma solo in maniera periodica
(ad es. ogni 5 anni) o lo fanno ma non ufficialmente (il singolo addetto che
confronta il dato ufficiale con OSM) oppure hanno trovato altri strumenti
(ad es. mapillary e la sua IA per il riconoscimento degli elementi)
altrimenti e questo è il mio sospetto, questo è un lavoro non più necessario
se hanno predisposto metodologie per migliorare il monitoraggio dei
cambiamenti (ad es. imponendo la comunicazione obbligatoria dell'avvenuto
cambiamento per poter accedere al finanziamento dell'opera) e osm è servito
solamente all'inizio per partire da una condizione aggiornata.



-----
Ciao,
Aury
--
Sent from: http://gis.19327.n8.nabble.com/Italy-General-f5324174.html

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Ciao,
Aury
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Alessandro Palmas
Il 26/01/19 08:34, Aury88 ha scritto:

> immagino che il problema della scarsità di risorse sia tutt'oggi attuale di
> conseguenza o non fanno verifiche in continuo ma solo in maniera periodica
> (ad es. ogni 5 anni) o lo fanno ma non ufficialmente (il singolo addetto che
> confronta il dato ufficiale con OSM) oppure hanno trovato altri strumenti
> (ad es. mapillary e la sua IA per il riconoscimento degli elementi)
> altrimenti e questo è il mio sospetto, questo è un lavoro non più necessario
> se hanno predisposto metodologie per migliorare il monitoraggio dei
> cambiamenti (ad es. imponendo la comunicazione obbligatoria dell'avvenuto
> cambiamento per poter accedere al finanziamento dell'opera) e osm è servito
> solamente all'inizio per partire da una condizione aggiornata.
>

Premesso che come sai non sono dentro la macchina P.A. ma ho parlato
direttamente con almeno 6 regioni e diversi comuni. La mia visione è
quindi parziale. Se ci leggesse qualcuno addentro alla questione
potrebbe correggere e/o integrare questa mia mail.

La PA ha i propri regolamenti e una certa lentezza, per utilizzare uno
sfumato eufemismo :-) , nel modificarli.
Nella maggior parte dei casi il DB Topografico è disgiunto dagli altri
DB, altrimenti sarebbe facile pensare che le sezioni urbanistiche
inviino le modifiche in formato digitale e queste vengano inserite per
aggiornare il DBtopo.
Le commesse e i relativi centri di costo vengono aperte e chiuse: quando
si prevede un aggiornamento si stanzia una somma per l'invio dei
verificatori che viene spesa in X mesi, dopodichè sino al prossimo
aggiornamento non penso inviino qualcuno in giro.

L'uso di Mapillary per la PA in Italia non penso sia ancora previsto.
Tempo fa, parlando di verifiche sulla viabilità con una grossa regione
del centro nord, avevo consigliato loro di sperimentare Mapillary e il
loro motore di IA per riconoscere i cartelli stradali (vedi recente blog
su Mapillary riguardo una cittadina negli US) ma non se ne fece nulla.
Nell'esempio che avevo portato, dopo un'ottima partenza foriera di
ulteriori collaborazioni, la dirigente non ha più ritenuto opportuno
proseguire i discorsi che erano partiti e ovviamente si è tutto arenato.

La comunicazione obbligatoria potrebbe essere un primo passo ma sarebbe
l'ennesima legge inattuata perchè c'è l'enorme scoglio
dell'incompatibilità dei molti DB e formati diversi.

Come OSMer cerco sempre di sperimentare nuove soluzioni mostrando poi
gli eventuali risultati significativi a meeting o conferenze (come al
prossimo FOSS4G-IT).

Alessandro

_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Perché si guadagna di più non importando cecamente i dati ufficiali

Alfredo Gattai

Ciao, 
non faccio parte di una PA ma come Alessandro ho avuto modo di interagire parecchio, facendo poi parte di un'organo centrale del CAI (che e' un'ente pubblico), un po' di pratica l'ho fatta.

 
La PA ha i propri regolamenti e una certa lentezza, per utilizzare uno
sfumato eufemismo :-) , nel modificarli.
Nella maggior parte dei casi il DB Topografico è disgiunto dagli altri
DB, altrimenti sarebbe facile pensare che le sezioni urbanistiche
inviino le modifiche in formato digitale e queste vengano inserite per
aggiornare il DBtopo.
Le commesse e i relativi centri di costo vengono aperte e chiuse: quando
si prevede un aggiornamento si stanzia una somma per l'invio dei
verificatori che viene spesa in X mesi, dopodichè sino al prossimo
aggiornamento non penso inviino qualcuno in giro.


Partiamo da questi punti:

- i vari DB sono nati a livello regionale e talvolta comunale e non per spinta nazionale con linee guida e specifiche per i modelli dei dati
- nonostante la presenza di tecnici qualificati, spesso si e' proceduto con propri progetti senza guardare cosa c'era di gia' fatto. Questo e' accaduto anche a causa di personalismo politici piu' che per scarsa capacita' di chi se ne e' occupato.
- alcuni sono vecchi di decenni, quindi non c'erano neanche a disposizione le "best practices" moderne
- i progetti di creazione dei vari DB sono stati tutti concepiti senza la manutenzione e cioe' c'era un budget per creare il DB e popolarlo ma nessuno prevedeva un budget annuale per il mantenimento "sperando"  poi che questo o quell'ufficio potesse farlo nelle more di altre attivita'. Questo e' un errore che nell'industria non si fa piu' ma negli enti e' ancora frequente in quanto non sapendo quando ti ricapita questo o quel finanziamento si preferisce intanto mettere su qualcosa e poi si spera nella provvidenza.

Per fortuna il vento sa cambiando e ci sono regioni che si sono preoccupate di andare a vedere cosa hanno fatto gli altri ed hanno cercato di usare modelli dati gia' diffusi. Posso citare l'ultima in ordine di tempo (Regione Sardegna) che ha usato un modello diffuso gia' usato ed ha studiato a fondo i manuali CAI per la parte riguardante i percorsi escursionistici.

Un vero aggiornamento organizzato non accadra' fino a quanto a livello di governo centrale non ci sara' la spinta ad uniformare i DB se non con lo stesso modello di dati ma con almeno una interoperabilita' stabilita e consolidata. Solo a quel punto con opportuni automatismi sara' possibile implementare una sorta di obbigatorieta' di aggiornamento.

L' IGM sta facendo un lavoro di conflation di tutti i DB regionali per fare delle carte 1:50000, chissa' che non sia l'inizio di qualcosa di buono.

Fino ad allora, come Osmer possiamo e dobbiamo continuare a fare gli ambasciatori dell'open data e provare a suggerire soluzioni in tal senso.

Ciao
Alfredo





_______________________________________________
Talk-it mailing list
[hidden email]
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it